I colori dei cavi elettrici

Come avrai sicuramente notato tutti i cavi elettrici hanno una guaina esterna in plastica che può essere di differenti colorazioni che spaziano dal giallo, al blu, al marrone ecc. Questa codifica ci aiuta a identificare la funzione principale del filo e viene regolamentata direttamente dalla norma CEI-UNEL 00722.

Andiamo a vedere nel dettaglio cosa indicano le differenti tonalità per capire quale cavo sia più adatto alle tue esigenze, iniziando dai più comuni ovvero la fase, la messa a terra e il neutro.

Colorazione Fase Elettrica

Innanzitutto è necessario specificare cos’è la FASE.

La fase è il cavo elettrico che permette il passaggio di corrente all’interno del nostro impianto ed è possibile identificarla con uno dei seguenti colori:

  • Nero.
  • Marrone.
  • Grigio.

Solo in questo caso il colore non è obbligatorio e potrai scegliere fra 1 dei 3 colori qui sopra, mentre per il neutro e la messa a terra i cavi devono, per legge, essere di colori definiti.

E’ necessario prestare molta attenzione a questo filo perché, permettendo il passaggio di corrente, rischiamo di prendere la scossa. E’ quindi consigliato staccare la corrente prima di mettere mano a questo cavo.

Colorazione Neutro

Il cavo neutro deve obbligatoriamente essere colorato di blu o una tonalità di azzurro-celeste. Puoi trovarlo nel morsetto destro del tuo contatore.

Anche in questo caso è fondamentale prestare molta attenzione perché, nonostante la corrente elettrica non attraversi questo cavo, potrebbe correre al suo interno la corrente di ritorno del tuo circuito elettrico (ovvero la corrente in uscita).

In una lampadina led, la fase permetterà, attraverso il passaggio della corrente in entrata, l’accensione della lampadina e uscirà tramite il cavo neutro. Questo permette la chiusura del circuito del sistema monofase.

Nel circuito trifase il neutro riveste una seconda funzione: il bilanciamento delle fasi.

Colorazione Messa a Terra

Questo cavo deve essere obbligatoriamente di colore giallo-verde ed è il cavo che scarica le dispersioni elettriche a terra. L’interruttore differenziale salvavita diventa inutile se la messa a terra del nostro sistema elettrico non è realizzata in modo corretto e secondo norma di legge. E’ fondamentale quindi realizzarla in maniera professionale, rivolgendosi ad un esperto del settore per evitare folgorazioni a 220 Volt.

Altri Cavi Colorati

I fili elettrici trattati fin ora sono i 3 principali tipi che compongono gli impianti civili monofase. Esistono tuttavia altri colori utilizzati come ritorni, come ad esempio il cavo che collega il polo di una lampada ad un interruttore (per chiudere questo circuito è necessario utilizzare un filo di colore differente) oppure quello di una comune spina elettrica.

Possono essere dei seguenti colori:

  • Bianco.
  • Arancione.
  • Rosso.
  • Viola.
  • Turchese.

Le colorazioni dei cavi sono fondamentali per evitare situazioni molto pericolose, come nel caso sopra citato della messa a terra, sia spiacevoli incidenti come il corto circuito che potrebbe rovinare tutto l’impianto elettrico dell’abitazione o provocare un incendio.

Il consiglio è sempre quello di rivolgersi a professionisti e non improvvisarsi elettricisti per salvaguardare la vostra salute e la conformità dell’impianto alle norme di legge.