Assenteismo dei dipendenti dal luogo di lavoro

Quello dell’assenteismo dei dipendenti dal luogo di lavoro è un problema noto e oggi alquanto frequente nelle cronache.

Si tratta di fastidiosi episodi per i quali dipendenti, siano essi privati ma soprattutto pubblici, si assentano in maniera arbitraria ed ingiustificata dal luogo in cui si svolge l’attività lavorativa professionale per sbrigare faccende personali o comunque fare tutt’altro.

Quel che è certo è che è un dipendente assenteista è un problema per l’azienda, in quanto rappresenta una risorsa che ha un costo ma che non ha alcun tipo di produttività nei periodo di assenza ingiustificata dal lavoro.

Per questo motivo aziende o pubbliche amministrazioni sono alla ricerca di quelle soluzioni che consentono loro di porre un freno a questa incresciosi episodi.

Il danno economico

Un dipendente che viene pagato ma che in realtà non produce, è chiaramente una grave perdita economica per qualsiasi tipo di impresa, azienda o pubblica amministrazione.

Una risorsa che ha un costo ma che non produce nulla è sicuramente una falla nel sistema ed è bene individuarle tutte così da poter aumentare la produttività e di conseguenza e ricavi.

Non si tratta dunque solamente di un rapporto di fiducia che viene meno, ma c’è a tutti gli effetti un danno economico che il datore di lavoro subisce nel momento in cui il dipendente svolge altro tipo di attività durante l’orario lavorativo.

Le indagini

L’assenteismo dei dipendenti è sicuramente un qualcosa che fa venir meno la fiducia dell’azienda nei confronti del lavoratore, il quale si è sottratto senza autorizzazione dallo svolgere le mansioni per le quali è pagato.

Nel caso in cui il datore di lavoro dovesse sospettare comportamenti scorretti da parte dei propri dipendenti, può rivolgersi ad una agenzia di investigazioni private la quale può mettere in moto delle indagini che possono far luce sulla situazione.

In alcuni casi il lavoratore ha un secondo lavoro che viene svolto mentre invece questi dovrebbe essere in sede, in altri casi lo strumento della malattia è in realtà un pretesto per potersi dedicare ad altre mansioni.

Ad ogni modo questo è un comportamento che fa venir meno la fiducia nel lavoratore e per questo motivo l’azienda fa bene ad adottare tutte quelle soluzioni e strumenti che gli consentono di tutelarsi.

Chiaramente la prima azione da intraprendere è quella investigativa per verificare che effettivamente il lavoratore venga meno alle proprie mansioni senza alcun tipo di autorizzazione.

Le prove

Una agenzia investigativa che viene ingaggiata prettamente per far luce su una situazione di questo tipo, ha lo scopo principale di portare alla luce tutte quelle prove che effettivamente possano dimostrare in maniera incontrovertibile che il lavoratore venga meno ai propri doveri durante l’orario di lavoro.

Vengono adottate per questo motivo tutta una serie di azioni, la prima delle quali è solitamente una attività di appostamenti e pedinamenti per comprendere effettivamente cosa faccia e dove vada il lavoratore durante quelle ore in cui dovrebbe invece essere presente sul luogo di lavoro.

 Accertato il dolo, vengono prodotte tutta una serie di prove e documentazioni fotografiche e video che sono molto utili all’azienda anche in sede legale.

Grazie a tale documentazione sarà possibile per l’azienda dimostrare che effettivamente il dipendente è venuto meno ai suoi compiti e che ci sono dunque tutti i presupposti per poter parlare di un licenziamento.

Conclusione

Individuare eventuali dipendenti assenteisti significa anche gratificare tutti gli altri lavoratori per avere sempre lavorato bene, e consente altresì di migliorare la produttività.

Ecco perché sono sempre più le aziende e gli enti della pubblica amministrazione che si rivolgono ad agenzie investigative per scoprire se gli eventuali dubbi su possibili dipendenti assenteisti siano fondati o meno.